Sostieni il forum con una donazione! Il tuo contributo ci aiuterà a rimanere online!
Immagine

consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Discussioni di carattere generale sugli amplificatori a stato solido...
Rispondi
Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 11/12/2020, 1:27

Buona sera ragazzi, ho comprato una schedina che non è altro che un amplificatore in classe T basato sul lodato chip TA2024 della Tripath. In casa ho anche un trasformatore 12v credo 3A di quelli che hanno la morsettiera dove avvitare i cavi della 220 alternata e quelli in uscita 12v continua. L'idea è quella di fare uno chassis che contenga sia la pcb dell'amplificatore che l'alimentatore. Ne la schedina ne l'alimentatore hanno l'interruttore di accensione - spegnimento, quindi ne aggiungerò uno, e qui mi sorge un dubbio. Vedendo molti progettini in rete viene interrotta la continua che esce dall'alimentatore, ma perchè non interrompere direttamente la 220 in ingresso dell'alimentatore che secondo me sarebbe meglio cosi quando è su OFF è spento pure l'alimentatore? Mi piacerebbe aggiungere un vmeter a lancetta o a led ma ancora devo farmi un'idea di dove vanno collegati nel circuito quindi chiedo se cortesemente mi date qualche spiegazione. Ultima cosa vorrei comprare anche una scheda prephono Riaa per collegarci il giradischi. In realtà il giradischi è un Pioneer c4500 che è gia amplificato, quindi al suo interno già c'è la sezione prephono riaa che potrei sfruttare per inviare il segnale audio al nuovo amplificatore ma devo vedere come bypassare l'amplificatore interno senza modifiche invasive. Quindi se avete qualche suggerimento ve ne sono grato, vorrei fare un bel lavoretto pulito giusto per divertirmici. [icon_e_biggrin.gif]

Avatar utente
luix
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3384
Iscritto il: 06/05/2006, 14:26

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da luix » 11/12/2020, 10:25

Buongiorno.

L'interruttore lato 220V è da preferire perchè sgancia tutto ed il consumo è 0, inoltre essendo un trasformatore piuttosto piccolo non hai neanche una "botta" di corrente iniziale come potresti avercela con un toroidale da 300VA o 400VA.

Potresti avere un "pop" sulle casse all'accensione ma essendo un apli da pochi watt non credo sia un problema per le casse, nel caso questo pop fosse troppo invasivo poi vediamo un circuito per alimentare gradualmente, si fa con un relè ed una resistenza serie, nulla di complicato.

Spero che i tuoi circuiti stampati abbiano gli occhielli per mettere distanziali e viti così da fissarlo in modo pulito nello chassis.

Come chassis ti consiglio di prendere uno di quelli hammond in alluminio, io di solito li prendo su razzmatazz.it ma puoi prenderli dove preferisci, si bucano facile e se ti piacciono gli interruttori quadrati (come a me) non impazzisci a fare i fori :face_green:

VU meter a lancetta su ebay ne trovi di tutti i prezzi e di tutte le fogge, va collegato all'uscita dell'ampli perchè misura quello che viene chiamato Volume Unit, che non è altro che una tensione in scala logaritmica, in pratica lo 0dB corrisponde alla massima tensione del segnale indistorto quindi credo che vada tarato.
Mi spiego meglio, il tuo ampli è alimentato a 12V, essendo un digitale a ponte il clipping sarà per tensioni pari a +-12V di picco, nessun circuito può tirar fuori più tensione di quella di alimentazione*.
A 12Vp (24V picco picco o 24Vpp) dunque hai clipping netto e distorsione fortissima, facendo delle misure scopri che a 11Vp l'ampli ha la minima distorsione, il VU meter va tarato in modo che a 11Vp la lancetta arrivi a 0dB.

Inoltre se non lo vuoi a lancetta ma a LED puoi usare uno degli integrati della famosa serie LM3914 3915 3916, non ricordo più quale esattamente.

Per il pre phono, per il momento usa quello del giradischi, è un argomento delicato...

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 11/12/2020, 16:49

Benissimo, grazie per i preziosi consigli! L'idea di spegnere anche l'alimentatore era quella di avere un consumo pari a zero e le casse non emettono nessun pop all'accensione e spegnimento quindi come mi suggerisci interrompo direttamente l'alternata. Ora mi vado a vedere qualche chassis e vmeter, lo voglio fare carino :face_green: per il prephono purtroppo il giradischi amplificato ha il prephono direttamente collegato sul controllo toni e al finale, però ha un'uscita cuffia, che potrei sfruttare per portare il segnale al nuovo ampli, se no con 20€ gia ci esce un prephono esterno, cmq al prephono come mi hai suggerito ci penserò dopo. Come connettori sull'ampli hai qualche suggerimento? Uso gli Rca o vado direttamente in ingresso con una porta jack da 3,5? Ovviamemte gli Rca sono piu fighi [icon_e_biggrin.gif] però la mia tv ha solo uscita jack 3,5.. Al limite metto gli Rca sull'ampli e faccio un cavetto jack-rca.

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 11/12/2020, 23:20

Stavo guardando un po di vumeter carini, (non ricordo se da regolamento posso postare i link) sicuramente quelli a led sono piu compatti e completi, quelli a lancetta avendo uno stile piu vintage mi piacciono di piu ma hanno bisogno di una scheda driver, e sicuramente sono più costosi e sicuramemte consumano piu energia, non credo molto, secondo voi quanto in media?

Avatar utente
luix
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3384
Iscritto il: 06/05/2006, 14:26

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da luix » 12/12/2020, 10:17

Certamente, puoi postarli.

Credo che tutti i VU meter abbiano bisogno di un circuitino fatto con resistenze diodi e condensatori, in questo modo gli mandi il segnale rettificato e livellato (ma non troppo) oltre che partizionato nel modo giusto.

Per capirci ti faccio un esempio col solito segnale sinusoidale, PRMS = V2/R = > 50W RMS su 4 ohm fanno una tensione di circa 14VRMS dunque circa 20V di picco e 40V picco picco, cioè 20V in positivo e 20 in negativo.

Nel caso tu stia usando un carico da 8ohm la stessa potenza viene erogata con una tensione di 20VRMS cioè circa 28V di picco e 66V picco picco.

Può darsi che si riescano a trovare VU meter adatti a 50W su 4 ohm, non lo so, non li ho mai cercati, però credo che te li diano nudi e crudi e debba tu farci un circuito adattativo per far si che a 0dB leggano la potenza indistorta del tuo ampli, che ne so, se il tuo ampli genera 30W indistorti su 4ohm lo 0dB dovrai tararlo a 15.4V di picco.

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 13/12/2020, 2:20

Ciao, guarda avrei trovato questi tipi di vmeter che gia hanno la schedina per pilotarli, da quello che ho capito vanno solo tarati, ovviamente quelli a led sono piu economici ma l'effetto alla fine mi piace ugualmente.

Questo il kit a lancetta
https://www.amazon.it/dp/B076VLJ9SY/ref ... 1FbEA5EPM2

Questi a led
https://www.amazon.it/dp/B07V793V8G/ref ... 1FbRQB7489

E se può interessare questo è l'amplificatore
https://www.amazon.it/dp/B07DK5XYMT/ref ... UTF8&psc=1

Avatar utente
luix
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3384
Iscritto il: 06/05/2006, 14:26

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da luix » 13/12/2020, 11:37

Io ho preso uno di questi

Di solito scelgo ebay per gli acquisti perchè non ha un sistema schiavista come amazon ma ovviamente non voglio cercare di convincere nessuno o di far partire discussioni sull'etica, sia chiaro!

Questo modulo eroga una quarantina di watt con distorsione <1% se alimentato a 24V.
E' abbastanza silenzioso e considerando l'uso che ne ho fatto, cioè amplificare dei suoni di acqua per un'opera d'arte, direi che va più che bene.
Va bene anche per delle casse domestiche senza pretese.
La musica che riproduce è piacevole all'ascolto, forse va un pò filtrata oltre i 10kHz o 15kHz perchè essendo in classe D, maggiore è la frequenza da riprodurre e maggiore è la distorsione, non si scappa.

Per il VU meter io prenderei quelli analogici, sono un fan scatenato dell'analogico :face_green: inoltre il buco rotondo è più facile da fare con una fresa a tazza, il buco quadrato, sopratutto se così stretto, è davvero difficile da realizzare...

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 13/12/2020, 20:20

Ciao Luix, eh.. anche io amo piu lo stile vintage e i vumeter a lancette sarebbero sicuramente più belli, ma non ci volevo spendere tanto cosi intanto ho preso quelli a led. Comunque faccio in modo che se mi gira avrò lo spazio per sostituirli con quelli a lancette.
L'idea è quella di utilizzare anche materiale di scarto e quarda un po'.. Avevo in garage lo chassis di un Marshall bass 60. Ovviamente è enorme e dovrò tagliarlo su un lato e ovviamente ripulirlo per bene lucidandolo. Le dimensioni dello chassis dopo il taglio saranno 30x16,4x6,8.
La cosa buona è che gia sono presenti il foro dell'interruttore (illuminato) sul frontale, e sul retro quello del connettore della 220.
Se fisso la pcb in orizzontale la manopola del volume risulta decentrata sul pannello anteriore ricadendo troppo in basso rispetto all'interruttore, mentre se la ruoto di 90gradi mettendola in verticale la manopola mi capita all'altezza del'interruttore e a questo punto potrei attaccare sul Ta2024 anche un dissipatore. Che ne pensi? È solo una bozza dell'idea inoltre aggiungerei due tavolette di quercia rovere sui lati dello chassis un po come il Pioneer sa500a e poi aggiungerei un pannellino in plexiglass sulla parte superiore.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
luix
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3384
Iscritto il: 06/05/2006, 14:26

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da luix » 13/12/2020, 20:50

Puoi anche usare lo chassis come dissipatore, considera che essendo in classe D il rendimento è intorno al 90% il che vuol dire che se gli fai riprodurre una sinusoide da 50W ne dissipa solo 5, fortunatamente la musica è molto diversa da una sinusoide e questo caso è un ottimo peggiorativo di prova.

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 13/12/2020, 20:55

Si difatti l'idea iniziale era proprio di fissarlo orizzontalmente e usare lo chassis come dissipatore però la manopola è troppo in basso :hummm_1:

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 24/12/2020, 1:47

Ciao ragazzi, ho preso anche questo kit vumeter a lancette. Da quello che vedo, vuole solo il segnale in entrata all'amplificatore, quando in descrizione c'è scritto che può essere usato anche sul finale. Secondo voi è possibile collegarlo al finale dell'amplificatore? Non credo che i due negativi del finale possano essere uniti.

https://www.ebay.it/itm/2pcs-Analog-VU- ... SwkE9bQDBq

https://www.amazon.it/dp/B076VLJ9SY/ref ... UTF8&psc=1

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 27/12/2020, 15:58

Questi giorni ci ho lavorato un po..
Per prima cosa ho "affettato" e risaldato lo chassis del Marshall per ricavarne un box a misura, poi ho fatto fori e alloggiamenti, quelli dei vu-meeters analogici prima con una punta a tazza mi pare da 15mm e poi allargato il foro con lima a mano. Per l'alloggiamemto del vumeter a led prima ho fatto due fori da 10mm sui lati, poi tagliato con seghetto alternativo e poi rifinito sempre con lima. Ho inoltre ricavato da una vecchia scheda madre di un pc un dissipatore, poi tagliato, rifinito ed incollato con nastro termoconduttivo sul Chip ta2024 per una migliore dissipazione. Successivamente, carteggiato il telaio per lucidarlo un po, iniziato il montaggio del tutto e testati i vumeter, per ora collegati in parallelo al segnale di input.
Ecco qualche foto.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 22/02/2021, 18:23

Sono andato avanti con i lavori del piccolo ampli, manca da finire solo la parte estetica, ma gia lo sto usando e funziona molto bene!
Appena posso allego le nuove immagini.

Nel frattempo ho collegato i Vumeter (sia digitale che quelli analogici) sull'ingresso fell'ampli e Funzionano, ma quelli a lancette li vorrei spostare sulle uscite del finale. Secondo voi è possibile collegare la scheda dei vumeter analogici come mostrato su questo link?

https://www.google.com/search?q=vumeter ... 8ZbuLC-s2M

Ho dei seri dubbi.
La mia scheda non è questa del link ma simile.

Avatar utente
Red Max
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 447
Iscritto il: 21/10/2009, 19:20

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da Red Max » 22/02/2021, 21:21

A me però sembra che l'alimentatore sia sproporzionato rispetto all'amplificatore.
Personalmente avrei optato per una tensione più alta se compatibile con quella scheda.
Qualche volt in più e qualche ampere in meno?
Perché hai tagliato il dissipatore?
Ho realizzato un progetto simile partendo da un vecchio ampli anni 80 svuotato e riconvertito alla classe D
ormai è il mio ampli principale per CD TV resta acceso molte ore l'alimentatore è un normale trasformatore da 1A con un 7812
penso di portarlo a 15 o 18 prima o poi

Avatar utente
stefano915
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 384
Iscritto il: 20/06/2012, 21:50
Località: Roma

Re: consigli per ampli hifi basato su Ta2024

Messaggio da stefano915 » 04/03/2021, 22:09

Ciao Red, guarda mi sono attenuto alle specifiche di alimentazione della schedina amplificatore. Per il dissipatore l'ho tagliato perché cosi sul chip ci calza a pennello la parte alettata, e non la parte centrale priva di alette. Secondo me è più efficace e comunque è sufficiente dato che scaldava pochissimo anche senza dissipatore.

Rispondi